Sporco

I talloni battono sul fondo delle scarpe, e queste, si sporcano dello sporco di Bari…
Le facce ti si sbattono quasi in faccia mentre ogni colpo sull’asfalto ti avvicina e le avvicina.
C’è sensazione di contemporaneità con la gente, viziata da una potente inconsistenza da fuggevolezza: sembriamo mosche, vermi impazziti e curiosi, affaccendati, disagiati; lenti o veloci non importa, ti vedi lì ad incrociare scie…ché alcune vomitano stanchezza e noia, altre invece ti chiamano all’impertinenza, avvicinarti e parlare…posarti sulla bocca di ognuna e assaporarne la provenienza, come se i vicoli da cui provengono quei visi potessero farsi saliva e passarti le loro esperienze…
E agli occhi che ti guardano stupiti, mentre la lingua abbandona l’aria per contattarle, dire un semplice ciao…
E poi ancora battere i talloni sullo sporco, entrare in stazione, ascoltare Through Glass degli Stone Sour e dire fanculo e grazie alla fuggevolezza…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...