Zoe

Zoe,  lascia la terra.
Falla cadere dalle tue mani,  Zoe.
Non puoi costruire la tua casa di pane con quella.
Vieni qui,  Zoe. Fatti travolgere da questo abbraccio. 
Mi prendi le mani,  le ispezioni fino alle braccia.
Mi dici che le vorresti al posto delle tue piccole leve.
Ora mi sorridi, Zoe

Le stelle sono lontane.
Le vedo su di noi,  mentre il cielo notturno le vende al miglior sognatore, chiudiamo gli occhi per essere due di questi, Zoe.
Ma riapriamoli subito,  le stelle vanno ammirate.
E all’interno della tua casa di pane, queste sono buone in aggiunta.
Quando vuoi ancora le mie braccia,  Zoe?
C’è terra anche nel cuore degli aridi…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...