Forse non una preghiera

Scivolava la mano di Lisa sopra le rive che si abbassava il sole,
E le maschere brune cuocevano i suoi polsi all’ultimo tepore.

La sfera lucida imbrigliava il polso che piegava ancora crudo,
Per farsi commistione di pane e voglia spudorata.

Non giaceva sul piano sabbioso che essere sospesa aumentava il pianto,
E la corsa per salvarla faceva attrito per altezze senza fanti.

Avvicina il naso alla superficie del fiume, Dio…

ma non solidarizzare quest’apnea…

c’è un raggio di rugiada che l’affranca,
e che non meriti come fossi un infante!

(autore: diegofanelli)
Canzone consigliata per la lettura: “Hungry Face”
Band: Mogwai
Immagine presa da internet

Annunci

3 pensieri su “Forse non una preghiera

  1. Come ti ho scritto già u FB la trovo centrata, funziona. Le parole scorrono lente ma non stancano, penso tu abbia trovato la combinazione giusta per accompagnare il lettore dall’inizio alla fine.
    L’ho riletta, prima di scrivere questo commento, e ho notato (a differenza di altre tue poesie) che dalla lettura di questa non riesco a cogliere una “storia ben delineata” quanto piuttosto una serie di immagine intense, descritte peraltro bene.

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...